Cara Società, Padalino andava esonerato a prescindere

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Conferenza stampa U.S. Lecce

A distanza di qualche giorno dalla grande farsa della conferenza stampa (lo avessi scritto il giorno stesso questo topic sarebbe stato sono un lungo elenco di bestemmie) cerco di spiegare alla società senza palle e alla stampa perché Padalino doveva essere esonerato a prescindere!

Padalino doveva essere mandato via a calcio in culo perché, già ben prima della partita di Foggia…

– ha avuto da Meluso una squadra costruita esattamente sul suo modulo e in nove mesi, fra ritiro e campionato, non è mai riuscito a darle un’identità precisa;

– in oltre tre quarti di campionato non ha fatto mai vedere un’idea di gioco, non dico spettacolare (che non interessa a nessuno), ma nemmeno decente! Il periodo migliore della squadra (le primissime giornate) è coinciso con lo stato di grazia di Caturano e Torromino, appena hanno avuto un calo questi due (specialmente il secondo a causa di un infortunio) ha avuto un calo tutta la squadra, palesando i limiti del non gioco di Padalino!

– ha insistito per mesi su un giocatore (Lepore), non solo non all’altezza della situazione, ma anche palesemente fuori ruolo, ruolo, quello di Lepore (che al massimo può fare l’esterno di centrocampo in centrocampo a 4 o a 5), che nel 4-3-3 neanche esiste! pur di schierarlo è arrivato a metterlo esterno di sinistra. Quando finalmente gli ha trovato una collocazione in campo in cui quantomeno si limitavano i danni, ha rinunciato a una giovane promessa come Vutov pur di tenere lui!

– ha rinunciato ad un giocatore di ruolo come Contessa (che di certo non era il salvatore della patria, ma almeno il suo onesto lavoro lo ha sempre fatto) per far prendere Agostinone che sarebbe imbarazzante anche in una squadra che si deve salvare in serie D (facendo tra l’altro spendere una barca di soldi alla Società, soldi che potevano essere investiti in maniera molto più fruttuosa)!

– ha gestito in maniera vergognosa un calciatore del livello di Torromino che una volta smaltito l’infortunio si è visto la strada sbarrata da Doumbia (*) e persino dallo scarparo di due punti sopra!

– oltre ai limiti del (non) gioco ha anche, e più volte, dimostrato di non saper né preparare né leggere le partite e di non aver la minima idea di come porre un rimedio agli sviluppi imprevisti di una partita! Padalino ha le sue “coppie” di calciatori, un titolare e la sua riserva, se manca il titolare mette la sua riserva (unica eccezione sempre lo scarparo Lepore che fra un po’ verrà utilizzato anche come magazziniere)! Mai visto un cambio di modulo, un cambio di tattica (specialmente nella zona fondamentale, il centrocampo), mai, sempre lo stesso monoschema (che più che altro si affida alle invenzioni dei singoli) che gli avversari hanno imparato a conoscere più o meno da novembre! A Francavilla l’apoteosi del suo non saper né preparare una partita e né saperla “correggere”, in un campo di ottanta metri e con un vento che spostava la palla da fermo lui è andato a giocare col monoschema “palla alta e lunga per Doumbia”, senza mai cambiarlo per tutto l’incontro (salvo poi lamentarsi di campo e vento nel dopo partita)!

– caratterialmente ha dimostrato dei limiti ancor più vergognosi di quelli tattici. Tutte le partite passate comodamente seduto in panchina, mentre la squadra arrancava, sono un insulto a chi ci mette la propria anima per questa squadra e per questi colori!
E ora arriviamo a weekend di Foggia… già, perché lo schifo si è visto già dal sabato, con un’intervista delirante!

Padalino è andato a foggia a giocare una partita di attesa, a parte che neanche se fossimo stati primi con cinque punti di vantaggio sarebbe stato accettabile

Chiunque abbia visto almeno un paio di highlight di partite del Foggia (e sottolineo che non serviva neanche vedersi le partite intere, bastavano i servizi) sa che quello è il modo migliore per fare il gioco del Foggia (che ha un solo punto debole, la difesa, se li vuoi impensierire li devi attaccare)! Il foggia va sul velluto se arriva al limite della tua area e gli dai la possibilità di fare scambi stretti, esattamente quello che abbiamo fatto noi dal primo istante! Già dopo due minuti i centrali del Foggia erano nella nostra metà campo ad impostare, l’unico che pressava era Caturano!

Ha passato tutta la partita seduto mentre, lui in primis, veniva ridicolizzato (perché sì, la sconfitta è stata principalmente sua, visto che è sul piano tattico che il Foggia ci ha asfaltati, non di certo perché sia tecnicamente superiore), trasmettendo alla squadra il nulla più assoluto, una rassegnazione che non è accettabile neanche se vai a giocare allo Stadium contro la Juve!

Sul dopo partita c’è poco da dire, i video e le foto tirati fuori dalla stampa non dimostrano nulla, o meglio, non mostrano nulla che possa cambiare il sorriso a trentadue denti che il NOSTRO allenatore ha sfoggiato nei confronti del LORO capitano! Qualcuno chieda a quel grandissimo uomo di… sport (come lui si è definito, io avrei usato un altro termine) come mai a Lecce non ha mai sentito il bisogno di salutare chicchesia? Come mai dopo ogni singola partita il suo pensiero è sempre stato quello di infilarsi negli spogliatoi? E poi, solo poi, qualcuno gli chieda (e SI CHIEDA) come può un uomo sano di mente dichiarare tranquillamente nel dopo partita di “aver messo in preventivo” (cit.) una sconfitta simile!

In sintesi…

Padalino meritava l’esonero già ben prima di domenica, in quanto ha ampiamente dimostrato di essere incapace di svolgere il compito per cui viene lautamente pagato! Domenica è servita solo a dimostrarci che oltre a essere limitato come allenatore, lo è ancor di più come uomo!
Io lo dico chiaramente, secondo me (opinione strettamente personale di cui non voglio convincere nessuno) ha volutamente favorito la sua vera squadra, ma qualora io avessi torto e in lui non ci fosse neanche un briciolo di malafede, andrebbe comunque mandato via a calci in culo per essere andato in casa della diretta concorrente a schierare la propria squadra nel modo più congeniale possibile agli avversari!

(*) obiettivamente un merito va riconosciuto a Padalino, aver creduto in Doumbia, facendolo arrivare a livelli che non avevamo visto neanche il primo anno appena arrivò… purtroppo dopo nove mesi sulla nostra panchina è il suo unico merito! Troppo poco per essere “l’uomo giusto per puntare alla B”, come ha dichiarato il suo amico Meluso!

 

Commenta su Facebook
Precedente Domenica ci sarà contestazione? Risultato del sondaggio Successivo Sondaggio. Quanto credete nella promozione diretta?